“La delusione gli si legge in faccia. Perché lui, l’imprenditore o il manager, ha fatto tutto quello che doveva, e nel modo giusto. Ha aperto il sito dell’azienda, il blog, la pagina di Facebook. Ne ha persino dato la gestione a gente che se ne intende davvero, non al primo guretto improvvisato venuto fuori da chissà dove. Però le cifre parlano chiaro: il boom non c’è stato. Si vende, sì, Si vendicchia. Ma rispetto ai canali tradizionali non è cambiato nulla, non c’è stata una svolta epocale.
E allora ti guarda deluso e anche un po’ piccato, e negli occhi gli leggi la domanda inespressa, quella che non ha nemmeno il coraggio di proferire perché al solo pensarla si sente vecchio e fuori dal mondo: ma non sarà che poi ‘sto internet è ‘na grande bufala?”

Leggi su:

I mancati boom e la sindrome della massaia al mercato rionale: ovvero perché il web è ancora una vetrina | Tech Economy.