Un articolo essenziale, che però mette in luce una grande verità. Non basta la tecnologia a rendere le città “smart”: serve una svolta culturale nelle amministrazioni e una grande capacità di “customizzare” i prodotti innovativi da parte delle aziende. E serve tempo…perchè i prodotti saranno anche semplici, ma le realtà su cui si applicano sono spesso molto complesse…

Leggi su:

L’intelligenza (delle città) non si compra.