Leggo sul Messaggero di oggi che la nomina del nuovo comandante della Polizia Locale di Roma Capitale dovrebbe essere prossima. D’altronde il sindaco disse che l’avrebbe scelto entro il 30 luglio, sarebbe ora…

L’unica nomina che avverrà mediante un avviso pubblico (le altre come è noto sono avvenute a chiamata diretta e senza alcuna procedura pubblica) rischia, stando a quanto riporta il Messaggero, di generare un vero e proprio “caso”. Secondo il noto quotidiano, infatti, sarebbe in pole position Gaetano Noè, attualmente comandante dei vigili di – udite, udite – Albenga (Gulp!).

Premesso che ovviamente potrebbe essere il miglior comandante del mondo, mi pare quantomeno difficile poterlo valutare sulla base di quanto fatto nel Comune di Albenga, una città che ha un numero di abitanti 108 volte e una superficie 35 volte inferiori a quelli di Roma,  e un numero di dipendenti comunali 100 volte inferiore a quello di Roma Capitale…

Capisco che tra poco arriverà la stagione delle piogge e Noè potrebbe rivelarsi un’arma vincente. Il problema però è l’Arca…chi ha guidato una scialuppa fino ad oggi sarà in grado di guidare una portaerei, peraltro con l’equipaggio comprensibilmente propenso all’ammutinamento? Possibile che su 6300 vigili urbani di Roma Capitale sia proprio necessario il comandante di una scialuppa del Mar Ligure?

LDG